Variazione orari da sabato 10/9

TORNO DA MIA MADRE

16.10 – 18.00 – 19.50 – 21.30

tornodamiamadreRegia: Eric Lavaine

Commedia – 90′

Stéphanie ha 40 anni, è divorziata e ha perso il lavoro. Si trova così costretta a tornare a vivere dalla madre Jacqueline, che la accoglie a braccia aperte nel proprio appartamento. La convivenza non è facile e le strambe abitudini della madre si rivelano il pretesto per nascondere… un piccante segreto. Quando tutti i fratelli si riuniscono per una cena, ecco che la tavola imbandita si trasforma in un campo di battaglia dove invidie e regolamenti di conti trovano spazio tra i gustosi piatti preparati da Jacqueline. Benvenuti in un universo ad alto rischio: la famiglia!


MA LOUTE

fino a venerdì 9/9: 16.10 – 21.15
da sabato 10/9: 16.10 – 18.30 – 21.15

Regia: Bruno Dumont

Commedia – 122′

Certi pmalouteersonaggi si direbbero usciti un pò  dalle tele di Magritte, un pò dalle tavole a fumetti di “Tintin”. I paesaggi paiono diorami di Daguerre;e, poiche l’azione si svolge all’inizio del secolo scorso, sembrano alludere ai primordi del cinema. Certo “Ma Loute” è un film bizzarro:fin troppo a parere di alcuni, però corroborante tra tanto cinema-fotocopia circolante per gli schermi. 1910:Baia di Slack, nel Nord della Francia. I Van Peteghem sono una famiglia di borghesi in villeggiatura; i Brufort, marinai locali e traghettatori dei ricchi degenerati. mettono in subbuglio la regione alcune misteriose sparizioni su cui indaga un’assurda coppia di sbirri,il commissario Machin e il suo aiutanteMalfoy. Frattanto sboccia l’amore tra il povero Ma Loute e Billy, bella e sessualmente ambigua rampolla dei Van Peteghem. Bruno Dumont arrischia un’inedita lettura della lotta di classe in bilico tra tragedia e burlesque, affidando le parti dei borghesi a un cast irresistibile: Luchini, Binoche, Bruni Tedeschi.

(Fonte:Roberto Nepoti, La Repubblica)


MR. GAGA

venerdì 9/9 ore 18.30

versione originale (inglese) con sottotitoli in italiano

Regia: Tomer Heymann
Doc – 100′

Locandina Mr. GagaNato dall’esigenza di comunicare coi suoi ballerini, ilgaga è un metodo elaborato negli anni Ottanta da Ohad Naharin, coreografo israeliano che ha fatto del proprio corpo uno strumento narrativo, un corpo refrattario alla forza di gravità e compreso nello spazio.
Nato in Israele nel 1952 e cresciuto in un kibbutz a fianco del suo gemello, affetto da autismo e per cui ‘inventa’ un vero e proprio linguaggio del corpo, Ohad Naharin è uno degli emblemi culturali della sua nazione. Artista magnifico, incarna il dinamismo della creazione israeliana nel mondo, realizzando la felicità aerea del movimento e la grazia della vita che danza. Capo fila della danza contemporanea israeliana, è direttore della Batsheva Dance Company, scrive col corpo una partitura nervosa, un movimento permanente guidato dalle sue suggestioni, un esercizio ginnico che si purifica diventando passo.
Oggetto dello straordinario documentario di Tomer Heymann, il gaga aiuta professionisti e dilettanti a conoscere le proprie abitudini fisiche, ad ascoltare le proprie sensazioni, a interpretarsi e a interpretare. Il risultato è appassionante, una storia familiare e universale insieme che sorprende e coinvolge anche spettatori lontanissimi dal mondo della danza e dai suoi ‘personaggi’. Dentro quelle immagini c’è un patrimonio artistico e biografico formidabile che produce un documentario creatore dello spettacolo e spettatore dell’esibizione.


HEART OF A DOG

martedì 13/9 e mercoledì 14/9

16.30 – 18.00 – 19.30 – 21.15

Regia: Laurie Anderson
Doc – 75′

Al centro di Heart of a Dog vi è una meditazione visiva e poetica sul “bardo”, il periodo di quarantanove giorni dopo la morte in cui l’identità viene frantumata e la coscienza si prepara a entrare in un’altra forma di vita. A Story About a Story mostra il calvario della regista nel periodo trascorso in ospedale, quando da bambina si ruppe la schiena, e come la storia divenne il suo modo di comprendere il collegamento tra eventi della realtà, autorità e memoria malfunzionante nella creazione di racconti. Teorie sul sonno, sull’immaginazione e sul disorientamento sono formulate come interrogativi sul tempo e sull’identità.

Intero € 10 – Ridotto € 8

Annunci